"Seguiteci per ricevere tutte le notizie sui nostri Prodotti. Entra in contatto con noi e diventa un Kento Armed ".

Esordio baciato dal sole per la prima giornata di gare della Verona MTB International che quest'oggi sul tracciato del Parco delle Colombare ha visto assegnati gli 11 titoli del Gran Prix d'Inverno dedicati alle categorie Master.

Verona: Si apre baciata dal sole la prima giornata di gare della Verona MTB International che quest'oggi ha preso il via all'interno dell'incantevole "Parco delle Colombare" dove a fare da anteprima all'attesa prova internazionale in programma domenica ci hanno pensato le categorie amatoriali, regalando spettacolo ed emozioni in occasione del Gran Prix d'Inverno, il primo titolo stagionale messo in palio dalla Federazione Ciclistica Italiana. È stato proprio l'ormai apprezzato tracciato realizzato nell'incantevole oasi verde, a due passi dal cuore della città di Verona, ad aprire ufficialmente la stagione agonistica nazionale 2018 che prende il via con 300 atleti provenienti da tutto il nord Italia, e non solo. Un primo importante successo per la macchina organizzativa curata dallo staff del Team Giomas, diretto da patron Ivan Cristofaletti: "Tanta gente ed il meteo dalla nostra parte, siamo già molto soddisfatti così - ha raccontato Cristofaletti - oggi tutto è andato per il meglio ma siamo già rivolti a domani, quando lo spettacolo della mountain bike internazionale ci farà dimenticare anche tutte le fatiche organizzative".

Oggi sono state tre le gare che hanno visto suddivise le undici categorie delle fasce amatoriali. Tre gare per tre partenze che hanno distribuito al meglio l'elevato numero di partecipanti impegnati ad affrontare un tracciato che questa mattina si era in un primo momento presentato viscido e difficile da guidare, ma che poi il sole ha reso veloce e scorrevole lasciando spazio agli atleti di giocarsi nelle migliori condizioni possibili la loro personale sfida contro il tempo, e gli avversari. (Fonte PianetaMTB)

In Gara 1, con la presenza del nostro atleta Grassi Zefferino, il miglior tempo sui quattro giri del tracciato lo fa registrare Nereo Canale (Scavezzon) che si aggiudica in progressione la vittoria tra gli M5 davanti al campione italiano Massimiliano Giuliani (Triangolo Lariano). Per Zefferino un 4° posto finale che ha il sapore di una vittoria e che ripaga l'atleta del Kento Racing Team dei tanti sforzi fatti da inizio anno. Già erano diverse le vittorie di categoria in questo primo scorcio di stagione ma la presenza a Verona dei più forti atleti della categoria M5 sottolinea ancora di più il livello che ha raggiunto il binomio Grassi/Klava X. I complimenti vanno anche a Massimo Brizzi che con la nuova Kento Klava X e la sua nuova geometria K-plus ha dato prova della sua grande genialità.